user_mobilelogo

Commenti Partite

Un grande Bolzano rimonta e travolge l’Innsbruck alla TiWAG Arena, imponendosi per 3-6 in casa dei rivali grazie ad un terzo tempo spettacolare (concluso con il parziale di 1-5 per i biancorossi) conquistando la quarta vittoria su quattro incontri contro i tirolesi, scivolati a -7 punti dai Foxes che mantengono sempre 3 punti di vantaggio sui Red Bull di Salisburgo (che hanno una partita da recuperare). 

Il Bolzano batte il Fehervar per 3-1 alla Sparkasse Arena e, prima squadra della Lega, strappa il biglietto per i playoffs, grazie ad una grande prestazione di squadra ed ad un’altra grande prestazione di Andy Bernard, autore di alcune parate fondamentali e a cui solo il gol di Vertes nega la gioia del secondo shutout consecutivo.

Il Bolzano espugna la Intercable Arena di Brunico battendo per la 4 volta in stagione i “cugini” del Val Pusteria ed allunga in classifica portandosi a +4 punti sull’Innsbruck e a +6 sul Salisburgo (che ha 2 partite in meno dei Foxes). Per i biancorossi una vittoria per 0-3 che mai è stata in discussione, con Harvey autore di un meraviglioso shutout e con entrambi gli special team a segno (Alberga in powerplay e Frigo in short-handed).

Un grande Bolzano espugna la Linz Ag Arena sconfiggendo per 1-4 gli acerrimi rivali dei Black Wings di Linz, riuscendo così a mantenere il passo dell’Innsbruck capoclassifica che ha espugnato il ghiaccio del Klagenfurt.

Importantissima vittoria per il Bolzano che, alla Sparkasse Arena sconfigge per 3-0 il Graz, si aggiudica i 3 punti e torna in vetta alla classifica scavalcando l’Innsbruck, sconfitto di misura a Salisburgo. Gran parte del merito di questa vittoria va ad Andy Bernard, autore di uno splendido shout-out (il 3º stagionale), condito da almeno un paio di interventi decisivi e nominato MVP del match.

Dopo la sconfitta a Szekesfehervar, il Bolzano espugna la Steffl Arena di Vienna per 3-4 al termine di un match per cuori forti, con i Foxes 3 volte in vantaggio e per 3 volte raggiunti dai padroni di casa che, alla fine, si sono dovuti arrendere al gol di Miceli che ha chiuso l’emozionante altalena di gol.